• Firmato a Palazzo di Città il protocollo d'intesa fra Bari e Matera

    Questa mattina, nella Sala Giunta del Comune di Altamura, è stato firmato il protocollo d’intesa, tra le città di Bari e di Matera, dai sindaci Antonio Decaro e Domenico Bennardi, alla presenza della sindaca di Altamura Rosa Melodia. L’obiettivo è la definizione e la realizzazione di azioni strategiche condivise in materia di promozione turistica e culturale.

    Per la sigla del protocollo, è stata scelta simbolicamente Altamura in quanto snodo fondamentale del percorso di collegamento tra Bari e Matera.

    Con la stipula di questo protocollo, i sindaci Decaro e Bennardi si impegnano ad attuare progetti finalizzati a promuovere la qualità della vita e la valorizzazione delle risorse storico-culturali e ambientali locali, attivando forme di collaborazione per azioni strategiche condivise in materia di: mobilità sostenibile di persone e merci, cultura e turismo, attività culturali e dello spettacolo, tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale, servizi per le città intelligenti finalizzati alla valorizzazione dell’ambiente, all’innovazione sociale e allo sviluppo economico, organizzazione di eventi di respiro nazionale ed internazionale, ottimizzazione della ricettività turistico-alberghiera.

    Nell’ambito dell’accordo, inoltre, è previsto che entrambi i Comuni, anche attraverso il coinvolgimento di altre istituzioni pubbliche e/o private, si impegnino a reperire le risorse finanziarie necessarie per l’attuazione degli interventi individuati in cabina di regia (composta da 5 rappresentanti per ognuna delle istituzioni) adottando tutte le procedure, tecniche e amministrative, necessarie alla rapida realizzazione dei progetti, nonché a definire e attuare azioni di monitoraggio e verifica della qualità dei processi e dei progetti, attivati e realizzati. L’appuntamento di oggi è stato proficuo per fare il punto sul programma in corso di definizione del primo importante appuntamento di rilievo internazionale, il prossimo G20 che ospiterà le delegazioni dei ministeri degli esteri dei venti paesi dell’economia del mondo a Matera e che vedrà il coinvolgimento della città di Bari.

    La sindaca Rosa Melodia ha concluso: «Siamo stati partecipi di questo suggello: una decisione di due sindaci illuminati, innamorati del territorio e per il quale stanno spendendo la loro azione amministrativa. Altamura non è solo la città del pane, ma è anche città d'arte e città turistica, riconoscimenti ottenuti dalla Regione Puglia durante il mio mandato. Credo sia valsa la pena di aver sottoscritto questo protocollo ad Altamura. Sono a disposizione, con la Giunta ed il Consiglio comunale, per raggiungere tutti gli obiettivi che facciano crescere insieme le nostre comunità».

    Written on Giovedì, 20 Maggio 2021 14:00
Image
  • Firmato a Palazzo di Città il protocollo d'intesa fra Bari e Matera

    Questa mattina, nella Sala Giunta del Comune di Altamura, è stato firmato il protocollo d’intesa, tra le città di Bari e di Matera, dai sindaci Antonio Decaro e Domenico Bennardi, alla presenza della sindaca di Altamura Rosa Melodia. L’obiettivo è la definizione e la realizzazione di azioni strategiche condivise in materia di promozione turistica e culturale.

    Per la sigla del protocollo, è stata scelta simbolicamente Altamura in quanto snodo fondamentale del percorso di collegamento tra Bari e Matera.

    Con la stipula di questo protocollo, i sindaci Decaro e Bennardi si impegnano ad attuare progetti finalizzati a promuovere la qualità della vita e la valorizzazione delle risorse storico-culturali e ambientali locali, attivando forme di collaborazione per azioni strategiche condivise in materia di: mobilità sostenibile di persone e merci, cultura e turismo, attività culturali e dello spettacolo, tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale, servizi per le città intelligenti finalizzati alla valorizzazione dell’ambiente, all’innovazione sociale e allo sviluppo economico, organizzazione di eventi di respiro nazionale ed internazionale, ottimizzazione della ricettività turistico-alberghiera.

    Nell’ambito dell’accordo, inoltre, è previsto che entrambi i Comuni, anche attraverso il coinvolgimento di altre istituzioni pubbliche e/o private, si impegnino a reperire le risorse finanziarie necessarie per l’attuazione degli interventi individuati in cabina di regia (composta da 5 rappresentanti per ognuna delle istituzioni) adottando tutte le procedure, tecniche e amministrative, necessarie alla rapida realizzazione dei progetti, nonché a definire e attuare azioni di monitoraggio e verifica della qualità dei processi e dei progetti, attivati e realizzati. L’appuntamento di oggi è stato proficuo per fare il punto sul programma in corso di definizione del primo importante appuntamento di rilievo internazionale, il prossimo G20 che ospiterà le delegazioni dei ministeri degli esteri dei venti paesi dell’economia del mondo a Matera e che vedrà il coinvolgimento della città di Bari.

    La sindaca Rosa Melodia ha concluso: «Siamo stati partecipi di questo suggello: una decisione di due sindaci illuminati, innamorati del territorio e per il quale stanno spendendo la loro azione amministrativa. Altamura non è solo la città del pane, ma è anche città d'arte e città turistica, riconoscimenti ottenuti dalla Regione Puglia durante il mio mandato. Credo sia valsa la pena di aver sottoscritto questo protocollo ad Altamura. Sono a disposizione, con la Giunta ed il Consiglio comunale, per raggiungere tutti gli obiettivi che facciano crescere insieme le nostre comunità».

    Written on Giovedì, 20 Maggio 2021 14:00

Museo Nazionale Archeologico di Altamura - Rete Museale

Museo Nazionale Archeologico di Altamura nasce dalla volontà di riunificare le numerose scoperte archeologiche di tutto il territorio dell'Alta Murgia, dalla preistoria al medioevo.
 
L'edificio in cui oggi è possibile visitare la collezione nel Museo risale alla fine del 1960. La struttura fu realizzata subito a ridosso del centro storico, lungo l’arteria stradale cittadina che conduce a Santeramo, nell’area in cui una serie di campagne di scavo consentì di mettere in luce un segmento di abitato peucezio.
Il Museo fu ufficialmente inaugurato nel 1993, in coincidenza con alcune importanti scoperte effettuate negli anni Novanta del secolo scorso, come lo scheletro neanderthaliano dell’Uomo di Altamura, rinvenuto in una grotta carsica in località Lamalunga, e il sito paleontologico con orme di dinosauri della cava Pontrelli, che costituiscono un ulteriore elemento di richiamo per il pubblico.
 
Inaugurato a marzo 2017, il nuovo allestimento si snoda attraverso un percorso multimediale dal taglio didattico.
Al primo piano, l’esposizione è dedicata alle civiltà succedutesi nell’Alta Murgia, dalla pre e protostoria all’età tardoantica, con materiali provenienti da abitati e necropoli del territorio limitrofo.
Il secondo piano è invece dedicato interamente al Paleolitico europeo con approfondimenti specifici sull’Italia centromeridionale.
Ampio spazio è dedicato alla mostra Preistoria del cibo. Alle origini del pane, nata dalla volontà di ricreare il forte legame con la vocazione agricola del territorio.
 
 
Orari in vigore dal 17 novembre al 31 dicembre 2019:
  • dal lunedì al venerdì: 8.30 – 19.30 (ultimo ingresso 19.00)
  • sabato, domenica e 26 dicembre: 8.30 – 13.30 (ultimo ingresso 13.00)
  • martedì 24 e 31 dicembre: 8.30 – 13.30 (ultimo ingresso 13.00)

Info e contatti:
Museo archeologico Nazionale di Altamura

Visita virtuale

I numeri
del turismo

0
Attività alberghiere Ed extraalberghiere attive
0
Cittadini temporanei Aggiornamento al 15 giugno 2019

Tutti i servizi

Pagamenti

Include TARI, multe, rette scolastiche e servizi comunali

Segnalazioni

Include segnalazione disservizi, igiene urbana, esposti alla polizia municipale

Sostegno

Include sostegno al reddito, assistenza agli anziani, cura domiciliare, attestazione ISEE

Autorizzazioni e concessioni

Include utilizzo del suolo pubblico, SCIA inizio attività, concessioni d'uso

Domande e iscrizioni

Include scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di I° grado

Certificati e dichiarazioni

Include carta d’identità, denunce di nascita, pubblicazioni di matrimonio