• Firmato a Palazzo di Città il protocollo d'intesa fra Bari e Matera

    Questa mattina, nella Sala Giunta del Comune di Altamura, è stato firmato il protocollo d’intesa, tra le città di Bari e di Matera, dai sindaci Antonio Decaro e Domenico Bennardi, alla presenza della sindaca di Altamura Rosa Melodia. L’obiettivo è la definizione e la realizzazione di azioni strategiche condivise in materia di promozione turistica e culturale.

    Per la sigla del protocollo, è stata scelta simbolicamente Altamura in quanto snodo fondamentale del percorso di collegamento tra Bari e Matera.

    Con la stipula di questo protocollo, i sindaci Decaro e Bennardi si impegnano ad attuare progetti finalizzati a promuovere la qualità della vita e la valorizzazione delle risorse storico-culturali e ambientali locali, attivando forme di collaborazione per azioni strategiche condivise in materia di: mobilità sostenibile di persone e merci, cultura e turismo, attività culturali e dello spettacolo, tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale, servizi per le città intelligenti finalizzati alla valorizzazione dell’ambiente, all’innovazione sociale e allo sviluppo economico, organizzazione di eventi di respiro nazionale ed internazionale, ottimizzazione della ricettività turistico-alberghiera.

    Nell’ambito dell’accordo, inoltre, è previsto che entrambi i Comuni, anche attraverso il coinvolgimento di altre istituzioni pubbliche e/o private, si impegnino a reperire le risorse finanziarie necessarie per l’attuazione degli interventi individuati in cabina di regia (composta da 5 rappresentanti per ognuna delle istituzioni) adottando tutte le procedure, tecniche e amministrative, necessarie alla rapida realizzazione dei progetti, nonché a definire e attuare azioni di monitoraggio e verifica della qualità dei processi e dei progetti, attivati e realizzati. L’appuntamento di oggi è stato proficuo per fare il punto sul programma in corso di definizione del primo importante appuntamento di rilievo internazionale, il prossimo G20 che ospiterà le delegazioni dei ministeri degli esteri dei venti paesi dell’economia del mondo a Matera e che vedrà il coinvolgimento della città di Bari.

    La sindaca Rosa Melodia ha concluso: «Siamo stati partecipi di questo suggello: una decisione di due sindaci illuminati, innamorati del territorio e per il quale stanno spendendo la loro azione amministrativa. Altamura non è solo la città del pane, ma è anche città d'arte e città turistica, riconoscimenti ottenuti dalla Regione Puglia durante il mio mandato. Credo sia valsa la pena di aver sottoscritto questo protocollo ad Altamura. Sono a disposizione, con la Giunta ed il Consiglio comunale, per raggiungere tutti gli obiettivi che facciano crescere insieme le nostre comunità».

    Written on Giovedì, 20 Maggio 2021 14:00
Image
  • Firmato a Palazzo di Città il protocollo d'intesa fra Bari e Matera

    Questa mattina, nella Sala Giunta del Comune di Altamura, è stato firmato il protocollo d’intesa, tra le città di Bari e di Matera, dai sindaci Antonio Decaro e Domenico Bennardi, alla presenza della sindaca di Altamura Rosa Melodia. L’obiettivo è la definizione e la realizzazione di azioni strategiche condivise in materia di promozione turistica e culturale.

    Per la sigla del protocollo, è stata scelta simbolicamente Altamura in quanto snodo fondamentale del percorso di collegamento tra Bari e Matera.

    Con la stipula di questo protocollo, i sindaci Decaro e Bennardi si impegnano ad attuare progetti finalizzati a promuovere la qualità della vita e la valorizzazione delle risorse storico-culturali e ambientali locali, attivando forme di collaborazione per azioni strategiche condivise in materia di: mobilità sostenibile di persone e merci, cultura e turismo, attività culturali e dello spettacolo, tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale, servizi per le città intelligenti finalizzati alla valorizzazione dell’ambiente, all’innovazione sociale e allo sviluppo economico, organizzazione di eventi di respiro nazionale ed internazionale, ottimizzazione della ricettività turistico-alberghiera.

    Nell’ambito dell’accordo, inoltre, è previsto che entrambi i Comuni, anche attraverso il coinvolgimento di altre istituzioni pubbliche e/o private, si impegnino a reperire le risorse finanziarie necessarie per l’attuazione degli interventi individuati in cabina di regia (composta da 5 rappresentanti per ognuna delle istituzioni) adottando tutte le procedure, tecniche e amministrative, necessarie alla rapida realizzazione dei progetti, nonché a definire e attuare azioni di monitoraggio e verifica della qualità dei processi e dei progetti, attivati e realizzati. L’appuntamento di oggi è stato proficuo per fare il punto sul programma in corso di definizione del primo importante appuntamento di rilievo internazionale, il prossimo G20 che ospiterà le delegazioni dei ministeri degli esteri dei venti paesi dell’economia del mondo a Matera e che vedrà il coinvolgimento della città di Bari.

    La sindaca Rosa Melodia ha concluso: «Siamo stati partecipi di questo suggello: una decisione di due sindaci illuminati, innamorati del territorio e per il quale stanno spendendo la loro azione amministrativa. Altamura non è solo la città del pane, ma è anche città d'arte e città turistica, riconoscimenti ottenuti dalla Regione Puglia durante il mio mandato. Credo sia valsa la pena di aver sottoscritto questo protocollo ad Altamura. Sono a disposizione, con la Giunta ed il Consiglio comunale, per raggiungere tutti gli obiettivi che facciano crescere insieme le nostre comunità».

    Written on Giovedì, 20 Maggio 2021 14:00

Jesce

La nostra Terra è un posto da visitare in lungo e in largo e, percorrendo sentieri alternativi, più intimi e meno turistici, si godrebbe della vista di una testimonianza della tradizione pugliese che affonda le sue radici storiche in un passato molto lontano. Seguendo il percorso dell’Appia Antica, ad 11 km da Altamura, ci imbattiamo infatti nella Masseria Jesce, una delle peculiarità che, senza dubbio, rende il nostro patrimonio rurale e naturalistico splendido agli occhi del visitatore. Trattasi di una delle tante masserie fortificate in Puglia, espressione di un'organizzazione geo-economica legata al Latifondo, la grande proprietà terriera che alimentava le rendite delle classi aristocratiche e della borghesia del 1500. Per capirne il fenomeno occorre risalire all'Impero Romano, in quanto la “villa” era un prototipo di masseria economicamente autonoma che produceva e consumava tutto ciò che era necessario per il sostentamento, con mura di cinta per proteggere dall'assalto dei nemici.

La Masseria Jesce, con le sue garitte pensili, gli ambienti articolati su due piani principali, le stalle, il deposito degli attrezzi agricoli, gli ambienti del piano nobile destinati ad uso abitativo, l’insediamento rupestre con grotte disposte ad anfiteatro, dimostrava infatti una forte indipendenza dal centro abitato, tanto da poterla definire un vero e proprio microcosmo. Gli antichi abitanti del casale, abitato fin dal IV sec. a.C., e i suoi proprietari, i Signori Mari, crearono un luogo di culto arricchito nei secoli da affreschi che testimoniano la religiosità di quella laboriosa comunità rurale. Quando vi si giunge è imprescindibile una visita alla cripta affrescata dedicata a San Michele Arcangelo e ai bellissimi riquadri parietali del XVII sec. realizzati da Didaco de Simone.

Un luogo che è stato una stazione di posta, un luogo magico dove l’istrionico Donato Emar Laborante organizza rassegne teatrali.

Un luogo che, se pensiamo ad un turismo lento, potrebbe essere meta di tour enogastronomici, percorsi-natura, stage teorico-pratici, laboratori di mountain bike. E ancora si potrebbe adibire a masseria didattica, potrebbe essere un itinerario da seguire per il relax dell’ecologista, dello sportivo e del turista.

La Masseria Jesce la si potrebbe apprezzare a vari e differenti livelli creando una rete rurale tra strutture ricettive. Chiudiamo gli occhi e facciamoci trasportare da quell'incanto fatto di silenzi e canti della Terra.

I numeri
del turismo

0
Attività alberghiere Ed extraalberghiere attive
0
Cittadini temporanei Aggiornamento al 15 giugno 2019

Tutti i servizi

Pagamenti

Include TARI, multe, rette scolastiche e servizi comunali

Segnalazioni

Include segnalazione disservizi, igiene urbana, esposti alla polizia municipale

Sostegno

Include sostegno al reddito, assistenza agli anziani, cura domiciliare, attestazione ISEE

Autorizzazioni e concessioni

Include utilizzo del suolo pubblico, SCIA inizio attività, concessioni d'uso

Domande e iscrizioni

Include scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di I° grado

Certificati e dichiarazioni

Include carta d’identità, denunce di nascita, pubblicazioni di matrimonio