Tributo per i servizi indivisibili (TASI) - in vigore fino al 2019

AVVISO

LA LEGGE DI BILANCIO DEL 27 DICEMBRE 2019 N. 160, CON L'ART. 1, COMMA 738, HA ABROGATO, CON DECORRENZA DAL 01 GENNAIO 2020, LA TASI CHE VIENE ASSORBITA DALL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU). PERTANTO, LE INFORMAZIONI ED I DOCUMENTI CONTENUTI NELLA PRESENTE PAGINA SONO VALIDI CON RIFERIMENTO AGLI ANNI DI IMPOSTA FINO AL 2019.

La TASI è il tributo comunale che concorre alla copertura dei costi dei servizi indivisibili erogati dal Comune, per i quali non è prevista una forma di compartecipazione diretta, da parte degli utenti, ai costi sostenuti dall’Ente.

La base imponibile della TASI è costituita dal valore dell’immobile determinato ai fini dell’applicazione dell’IMU: rendita catastale rivalutata del 5% e poi moltiplicata per i coefficienti di legge, valore venale in comune commercio per le aree fabbricabili, valore contabile per gli immobili interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati, non iscritti in catasto e classificabili in categoria D.

Presupposto della TASI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati e di aree edificabili, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli e dell'abitazione principale, come definiti ai sensi dell'IMU, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. La tassa deve essere calcolata conteggiando per intero il mese nel quale il possesso o la detenzione dell'immobile si siano protratti per almeno 15 giorni.

AVVISO APERTURA UFFICIO TRIBUTI

Si comunica che gli uffici del Servizio Tributi, con accesso da Piazza Matteotti, saranno aperti al pubblico, con le modalità e le limitazioni in precedenza comunicate, dal 09 novembre 2020 e fino a nuove disposizioni, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 11.00 ed il martedì pomeriggio dalle ore 16.00 alle 18.00. Nel pomeriggio del giovedì gli uffici rimarranno chiusi al pubblico.

CANONE per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche

Il Canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, disciplinato dalla Legge n. 160/2019 e s.m.i. e dal Regolamento Comunale, è una entrata patrimoniale che grava sulle occupazioni di qualsiasi natura, effettuate anche senza titolo, nelle strade, nei corsi, nelle piazze e, comunque sui beni appartenenti al demanio e al patrimonio indisponibile dei Comuni e delle Province.

Il Canone è dovuto dal titolare dell'atto di concessione o di autorizzazione o, in mancanza, dall'occupante di fatto, anche abusivo, in proporzione alla superficie effettivamente sottratta all'uso pubblico nell'ambito del rispettivo territorio. Il Canone è graduato a seconda dell'importanza dell'area sulla quale insiste l'occupazione: a tal fine, le strade, gli spazi ed altre aree pubbliche sono classificate in categorie con atto regolamentare.

Il Canone è commisurato alla superficie occupata, espressa in metri quadrati o in metri lineari con arrotondamento all'unità superiore della cifra contenete decimali. Non si fa comunque luogo al prelievo sulle occupazioni che in relazione alla medesima area di riferimento siano complessivamente inferiori a mezzo metro quadrato o lineare.

Per le occupazioni permanenti di suolo pubblico, la cui durata è non inferiore all'anno, il soggetto passivo deve presentare al Comune apposita denuncia entro trenta giorni dalla data di rilascio dell'atto di concessione e, comunque, non oltre il 31 dicembre dell'anno di rilascio della concessione medesima. La denuncia va effettuata utilizzando gli appositi modelli predisposti dal Comune. Negli stessi termini deve essere effettuato il versamento del Canone dovuto per l'intero anno di rilascio della concessione. L'obbligo della denuncia non sussiste per gli anni successivi a quello di prima applicazione del Canone semprechè non si verifichino variazioni nella occupazione che determinino un maggiore ammontare della entrata.

Per le occupazioni temporanee l'obbligo della denuncia è assolto con il pagamento del Canone da effettuarsi non oltre il termine previsto per le occupazioni medesime.

Le tariffe del Canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche sono quelle determinate, secondo quanto previsto dalla Legge n. 160/2019 e s.m.i., dal Regolamento Comunale al tempo vigente e/o dalla Giunta Comunale.

Per gli adempimenti (versamenti, ravvedimento operoso, dichiarazioni, etc.) e le attività di accertamento dell'ufficio, riguardanti le annualità di imposta fino al 2020 compreso, trovano applicazione le disposizioni relative alla TOSAP (Tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche) di cui al D.Lgs. n. 507/1993 e s.m.i. e al Regolamento Comunale approvato con D.C.C. n. 95 del 18/07/1994.

AVVISO

Il Centro Servizi Comunale, gestito dalla Servizi Locali S.p.a., sito in via Bari n. 110 (tel./fax 0803114594 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) - aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 13.30 ed il martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle 18.00 - è a disposizione dei contribuenti per informazioni generali sulle modalità di applicazione del Canone patrimoniale e della previgente TOSAP.  In conseguenza dell'attuale stato di emergenza COVID-19, in virtù delle vigenti disposizioni sanitarie, gli accessi al Centro Servizi possono essere regolamentati e/o subordinati a previo appuntamento.

AVVISO APERTURA UFFICIO TRIBUTI

Si comunica che gli uffici del Servizio Tributi, con accesso da Piazza Matteotti, saranno aperti al pubblico, con le modalità e le limitazioni in precedenza comunicate, dal 09 novembre 2020 e fino a nuove disposizioni, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 11.00 ed il martedì pomeriggio dalle ore 16.00 alle 18.00. Nel pomeriggio del giovedì gli uffici rimarranno chiusi al pubblico.

TARIG - Tassa Rifiuti Giornaliera (Mercati) - fino al 2020

A DECORRERE DAL 01/01/2021 LA TARIG-TASSA RIFIUTI GIORNALIERA (MERCATI) E' ASSORBITA DAL NUOVO CANONE PATRIMONIALE PER LE OCCUPAZIONI DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE E CANONE MERCATALE DI CUI ALLA LEGGE N. 160/2019 e s.m.i. E AL REGOLAMENTO COMUNALE AL TEMPO VIGENTE.

 

AVVISO APERTURA UFFICIO TRIBUTI

Si comunica che gli uffici del Servizio Tributi, con accesso da Piazza Matteotti, saranno aperti al pubblico, con le modalità e le limitazioni in precedenza comunicate, dal 09 novembre 2020 e fino a nuove disposizioni, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 11.00 ed il martedì pomeriggio dalle ore 16.00 alle 18.00. Nel pomeriggio del giovedì gli uffici rimarranno chiusi al pubblico.

 

PROROGA_CANONE_UNICO_30062021

 

 REGOLAMENTO_CANONE_2021

ALLEGATO A classificazione strade

Allegato C_TARIFFE E COEFFICIENTI PER OCCUPAZIONI

Rateazione avvisi di accertamento tributi locali

La rateazione degli avvisi di accertamento dei tributi del Comune di Altamura è disciplinata dall'art. 10 del Regolamento generale delle entrate comunali, approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 27 del 05/08/2014. Utilizzare la modulistica qui disponibile, tenuto conto della fattispecie che interessa il singolo contribuente. Per la rateazione degli avvisi di accertamento riguardanti l'Imposta Comunale sulla Pubblicità (ICP) ed il Diritto sulle Pubbliche Affissioni (DPA), emessi dal Concessionario ABACO S.p.a., rivolgersi esclusivamente a quest'ultimo per informazioni, modulistica e modalità di presentazione (consultare le sezioni relative per i contatti). 

Documenti utili:

Canone per le esposizioni pubblicitarie


A decorrere dal 1° Gennaio 2018, il servizio relativo all' “IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ”  è stato affidato in concessione alla società ABACO S.p.A.

Alla medesima società è stata affidata la riscossione del Canone per le esposizioni pubblicitarie che ha sostituito l'Imposta Comunale sulla Pubblicità a decorrere dal 01/01/2021.

Conseguentemente, per informazioni e per tutti gli adempimenti relativi al suddetto tributo/canone e la presentazione – a mano, per posta o pec - delle dichiarazioni periodiche e di qualsivoglia istanza, rivolgersi esclusivamente all'ufficio locale del Concessionario sito in:

LARGO F. S. NITTI n. 32 – 70022 Altamura (BA)

Tel. 080 3111928

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Web: www.abacospa.it

I numeri di cc/p per i versamenti restano invariati

Gli orari di apertura dello sportello sono i seguenti:

  • Lunedì dalle 9.00 alle 13.00
  • Martedì dalle 9. 00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 17.30
  • Mercoledì dalle 9.00 alle 13.00
  • Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 17.30
  • Venerdì dalle 9.00 alle 13.00
  • Sabato dalle 9.00 alle 13.00

Dal 1° Gennaio 2018 sono cessate le competenze, relative all'ICP, dell'Ufficio ICP/Affissioni del Comune di Altamura sito in Piazza Matteotti.

AVVISO

In conseguenza dell'emergenza COVID-19, l'ufficio locale del Concessionario ABACO S.p.a. potrebbe modificare o ridurre gli orari di apertura.

Per informazioni, prenotazioni ed appuntamenti:

recapito telefonico: 080-3111928    indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ovvero per urgenze anche Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 indirizzo mail pec:   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Imposta Municipale Propria - IMU

 

Il presupposto dell'IMU è il possesso di immobili (fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli).

L’IMU si calcola applicando al valore dell’immobile l’aliquota deliberata annualmente dal Comune.

L'IMU non si paga per l'abitazione principale del soggetto passivo di imposta e per gli immobili ad essa equiparati dalla legge o dal regolamento IMU comunale, ad eccezione di quelli classificati nelle categorie catastali A1, A8 e A9 che rimangono soggetti all'imposta.

I soggetti passivi dell’imposta sono i possessori di immobili, intendendosi per tali il proprietario (sono esclusi i nudi proprietari e gli affittuari di immobili) ovvero il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi. È soggetto passivo dell’imposta il genitore assegnatario della casa familiare a seguito di provvedimento del giudice che costituisce altresì il diritto di abitazione in capo al genitore affidatario dei figli. Nel caso di concessione di aree demaniali, il soggetto passivo è il concessionario. Per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria (leasing), il soggetto passivo è il locatario a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto. In presenza di più soggetti passivi con riferimento ad un medesimo immobile, ognuno è titolare di un’autonoma obbligazione tributaria e nell’applicazione dell’imposta si tiene conto degli elementi soggettivi ed oggettivi riferiti ad ogni singola quota di possesso, anche nei casi di applicazione delle esenzioni o agevolazioni.

AVVISO

Il Centro Servizi Comunale, gestito dalla Servizi Locali S.p.a., sito in via Bari n. 110 (tel./fax 0803114594 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) - aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 13.30 ed il martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle 18.00 - è a disposizione dei contribuenti per informazioni sulle modalità di applicazione e di calcolo dell'IMU. In conseguenza dell'attuale stato di emergenza COVID-19, in virtù delle vigenti disposizioni sanitarie, gli accessi al Centro Servizi possono essere regolamentati e/o subordinati a previo appuntamento.

Trattandosi di tributo in autoliquidazione, il supporto informativo offerto dal Centro Servizi Comunale non costituisce motivo di esonero del contribuente dalla responsabilità per i versamenti omessi, insufficienti o comunque errati.

AVVISO APERTURA UFFICIO TRIBUTI

Si comunica che gli uffici del Servizio Tributi, con accesso da Piazza Matteotti, saranno aperti al pubblico, con le modalità e le limitazioni in precedenza comunicate, dal 09 novembre 2020 e fino a nuove disposizioni, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 11.00 ed il martedì pomeriggio dalle ore 16.00 alle 18.00. Nel pomeriggio del giovedì gli uffici rimarranno chiusi al pubblico.

Canone per le pubbliche affissioni

A decorrere dal 1° Gennaio 2018, il servizio relativo al “DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI” è stato affidato in concessione alla società ABACO S.p.A.

Alla medesima società è stata affidata la riscossione del Canone per le esposizioni pubblicitarie e le affissioni che ha sostituito il Diritto sulle Pubbliche Affissioni a decorrere dal 01/01/2021.

Conseguentemente, per tutti gli adempimenti relativi al suddetto tributo/canone, compresa la richiesta di affissione dei manifesti, la prenotazione degli spazi, il calcolo del diritto da versare e la consegna degli stampati, rivolgersi esclusivamente all'ufficio locale del Concessionario sito in:

LARGO F. S. NITTI n. 32 – 70022 Altamura (BA)

Tel. 080 3111928

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Web: www.abacospa.it

Il numero di cc/p per i versamenti resta invariato

Gli orari di apertura dello sportello sono i seguenti:

  • Lunedì dalle 9.00 alle 13.00
  • Martedì dalle 9. 00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 17.30
  • Mercoledì dalle 9.00 alle 13.00
  • Giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 17.30
  • Venerdì dalle 9.00 alle 13.00
  • Sabato dalle 9.00 alle 13.00

Dal 1° Gennaio 2018 sono cessate le competenze, relative al DPA/Affissione materiale dei manifesti, dell'Ufficio ICP/Affissioni del Comune di Altamura sito in Piazza Matteotti.

AVVISO

In conseguenza dell'emergenza COVID-19, l'ufficio locale del Concessionario ABACO S.p.a. potrebbe modificare o ridurre gli orari di apertura.

Per informazioni, prenotazioni ed appuntamenti:

recapito telefonico: 080-3111928    indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ovvero per urgenze anche Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 indirizzo mail pec:   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 Documenti utili: 

Addizionale IRPEF

 Normativa comunale di riferimento: 
 
L’addizionale comunale all’IRPEF è un’imposta che si applica al reddito complessivo determinato ai fini dell’IRPEF nazionale ed è dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta quest’ultima. E’ facoltà di ogni singolo comune istituirla, stabilendone l’aliquota e l’eventuale soglia di esenzione nei limiti fissati dalla legge statale. Il Comune di Altamura ha istituito tale addizionale e deliberato la relativa aliquota con i provvedimenti sopra riportati.