Scritto da

Intervento di completamento del piano seminterrato della Scuola Collodi da adibire ad aule e servizi

L’intervento di completamento del piano seminterrato della scuola Collodi da adibire ad aule e servizi risulta beneficiario dei seguenti finanziamenti:

  • contributo a copertura delle spese di progettazione definitiva ed esecutiva previsto dal comma 51-bis dell’art. 1 della legge 27 dicembre 2019, n. 160, introdotto dal decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito con modificazioni dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126 (S.O. n. 37/L alla G.U. n. 253 del 13 ottobre 2020), giusta Decreto del Ministero dell’Interno 7 dicembre 2020;
  • risorse stanziate dall’art. 1 co. 139 e ss. della Legge n. 145/2018 confluite nel PNRR - Missione 2: rivoluzione verde e transizione ecologica - Componente c4: tutela del territorio e della risorsa idrica - Investimento 2.2: interventi per la resilienza, la valorizzazione del territorio e l'efficienza energetica dei comuni.

Con Determinazione Dirigenziale n. 605 del 07.05.2021 è stato affidato l’incarico relativo alla progettazione definitiva ed esecutiva dell’intervento. Con Determinazione Dirigenziale n. 1781 del 30/12/2021 si è preso atto del decreto del Direttore Centrale per la finanza locale del 08.11.2021 con il quale il Comune di Altamura è risultato beneficiario, per l’intervento in oggetto, del finanziamento di € 500.000,00 a valere sulle risorse stanziate dall’art. 1 co. 139-bis, della legge 30.12.2018, n. 145, in seguito alla procedura di scorrimento della graduatoria di cui all’allegato 2 del decreto 25 agosto 2021, le quali sono confluite nella Missione 2, componente C4, Investimento 2.2 del PNRR, e pertanto si accertava in entrata il relativo importo.

Con il medesimo provvedimento si approvava il progetto definitivo dell’importo di € 500.000,00 secondo quanto previsto nella Programmazione Triennale 2021/2023 e in quella 2022/2024 adottata dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 123 del 11.11.2021. Con la variazione del Programma Triennale 2022-2024 l’importo dell’intervento, tenuto conto dei finanziamenti ottenuti, sarà di € 538.000,00. Il progetto esecutivo è in fase di verifica.

L’intervento edilizio da eseguirsi prevede la realizzazione al piano seminterrato di n. 4 nuove aule per la scuola dell’infanzia con i relativi servizi, in particolare ad ogni sezione è associato un servizio igienico a contatto diretto con l’aula in modo da consentire un controllo discreto della sezione (crf linee guida Miur) ed inoltre è previsto così come indicato dal D.M. 18/12/1975, la realizzazione di un bagno per disabili e di un bagno per gli insegnanti.

Ogni sezione sarà dimensionata in funzione degli indici standard di superficie indicati nella tabella 5 del D.M 18/12/1975. In particolare la normativa prevede che per un’aula la superficie minima da considerare per ogni alunno è di 1,80 mq con un massimo di 30 alunni per sezione, nel caso in specie quindi si prevedono:

AULA 1: 40,25 mq - 22 alunni

AULA 2: 47,60 mq - 25 alunni

AULA 3: 47,25 mq - 25 alunni

AULA 4: 60,80 mq - 28 alunni

Le aule sono disposte sul lato sud del fabbricato e sono areate e illuminate direttamente dall’esterno. La preparazione dei pasti avviene all’esterno per cui non è necessario il locale cucina; il pasto quindi viene semplicemente distribuito all’interno della scuola, in tal senso è previsto un locale porzionamento degli alimenti necessario per dividere le vettovaglie (già cotte nella sede principale di S.G. Bosco) prima di somministrarli agli alunni, tale locale comprende un lavandino, lavastoviglie e banchi da lavoro. Non è prevista la presenza di personale amministrativo quest’ultimo presente nelle sede principale dell’Istituto San G. Bosco, mentre gli spogliatoi per il personale ausiliario sono ubicati al piano rialzato.

Attualmente la struttura è allo stato rustico e si intende eseguire, tramite un intervento di ristrutturazione, il completamento del suddetto piano. In particolare sono previste sia lavorazioni sulle aree interne che su quelle esterne al fine di rendere l’unità immobiliare fruibile per la destinazione d’uso finale ovvero aule per la didattica.

Al fine di rendere funzionale il piano per le attività scolastiche sono previste tutte le opere di finitura:

  • Rimozione del massetto e del vespaio all’interno dell’immobile del piano seminterrato per uno spessore di circa 40 cm. Tale necessità scaturisce sia dalla necessità di raggiungere una quota interna netta di 3,00 m (attualmente 2,90 m) così come previsto dal regolamento comunale e dal D.M. 18/12/1975 e sia per la posa in opera della tubazioni idriche-fognanti ed elettriche e per la posa del riscaldamento radiante a pavimento.
  • Adeguamento del vano attualmente adibito a centrale idrica che sarà destinato a locale tecnico ospitante tutti gli accessori necessari per gli impianti termico-elettrico-acqua calda sanitaria a realizzarsi. L’adeguamento consiste nell’aumento della superficie destinata a locale tecnico per mezzo di demolizione dei divisori e successiva realizzazione di nuovi tramezzi dello spessore di circa 15 cm realizzati in blocchi di cls. Intonacato.
  • Rimozione delle attuali serrande e infissi a nastro sui tamponamenti esterni, ripristino e/o taglio/demolizione dei tamponamenti per ospitare le nuove aperture previste in progetto.
  • Realizzazione degli impianti idrico-fognante, termico ed elettrico.
  • Realizzazione del massetto e posa pavimenti. I bagni e il locale porzionamento saranno dotati di pavimento e rivestimento in grès ceramico, mentre le aule e lo spazio comune sarà pavimentato con linoleum (oltre ad essere un materiale naturale è sicuro sotto l’aspetto dell’antiscivolosità e della pulizia, infatti è un materiale antistatico che non attira polvere e sporcizia ed evita quindi la formazione di batteri e muffe).
  • Realizzazione tramezzi interni e intonaco su tutte le superfici orizzontali e verticali.
  • Rifinitura con intonaco e tinteggiatura delle paramenti esterni della muratura di tompagno.
  • Posa in opera infissi esterni in pvc a taglio termico con vetrocamera basso-emissivo comprensivi di veneziane, porte interne, sanitari e lavabi.
  • Posa controsoffitto al fine di celare le tubazioni idrico-fognanti del piano rialzato.
  • Tinteggiatura finale di tutte le superfici orizzontali e verticali.
  • Posa dei dispositivi antincendio.
  • Posa dei pannelli solari a supporto dello scaldabagno a pompa di calore con accumulo a servizio del piano seminterrato.

All’esterno le lavorazioni previste dal progetto sono:

  • Demolizione del pavimento esterno e sottofondo per uno spessore di circa 20-25 cm al fine di realizzare un percorso pedonale con quota finita pari a quella del pavimento interno evitando così dislivelli che pregiudicherebbero il rispetto della normativa sulla barriere architettoniche.
  • Realizzazione del nuovo percorso pedonale esterno mediante rifacimento del massetto e posa pavimento esterno che dovrà essere del tipo antisdrucciolo.
  • Ripristino/adeguamento ove necessario del ciglio sopraelevato di altezza minimo 10 cm lungo il percorso pedonale adiacente alla zone non pavimentate (area a verde).
  • Realizzazione di un parapetto di altezza pari a circa 1,20 m con ringhiera in ferro sulla rampa di collegamento al piano rialzato.
  • Posa delle tubazioni antincendio.

Letto 178 volte