Perdita cittadinanza italiana

Lo Stato Italiano ammette il possesso di più cittadinanze; il connazionale che si trasferisce all'estero può avere la possibilità di acquisire la cittadinanza dello Stato in cui prende la dimora.

Nel caso però in cui l'acquisto di altra cittadinanza riguardi Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Svezia si ha la perdita della cittadinanza del paese di origine. 
Per effetto di Protocolli sottoscritti tra Italia Francia e Olanda tuttavia NON si ha perdita della cittadinanza nei seguenti casi:

  • se il cittadino italiano è nato e residente in Francia o Olanda;
  • se il cittadino italiano ha acquisito la cittadinanza francese o olandese per aver risieduto in quei paesi prima del compimento dei 18 anni e per il periodo richiesto;
  • se il cittadino italiano ha acquisito la cittadinanza francese o olandese per matrimonio con cittadino/a di quei paesi;
  • se ha membri della sua famiglia residenti a Lucca o iscritti nell'AIRE del Comune di Altamura;
  • se il proprio atto di nascita è stato registrato presso l'Ufficio di Stato Civile del Comune di Altamura;
  • per acquisizione della cittadinanza italiana:

E' inoltre prevista la perdita automatica della cittadinanza italiana nei seguenti casi:
connazionale che accetti impiego o carica pubblica da altro Stato, Ente Pubblico estero, Ente Internazionale di cui l'Italia non sia membro e non ottemperi nel termine imposto all'intimazione di abbandonare il predetto Stato. 

Rinuncia alla cittadinanza italiana

Il connazionale residente all'estero ed in possesso di altra cittadinanza può rinunciare alla cittadinanza italiana con dichiarazione da rendersi alla competente autorità diplomatico-consolare italiana all'estero di prima categoria.

INFO

Servizi Demografici - Ufficio Cittadinanze - Via Madonna della Croce 189

tel. 080/3165714 - pec: statocivile@pec.comune.altamura.ba.it

NORMATIVA

LEGGE 5 febbraio 1992, n. 91 Nuove norme sulla cittadinanza


Ultimo aggiornamento: 11/06/2017